I NOSTRI CONSIGLI PER UNA BUONA E SEMPLICE GESTIONE DEL PROPRIO CANE

Il cane è un animale sociale con determinate esigenze. E’ importante tenere presente quali siano e conoscere i modi per fargli vivere una vita serena ed equilibrata.

  • USO DELLA PETTORINA ad H e GUINZAGLIO LUNGO (possibilmente almeno 3 metri)
  • FREQUENTI PASSEGGIATE E IN LUOGHI DIVERSI, IL GIARDINO DI CASA NON BASTA. Il cane in natura annusa e fa pipì…Fatelo esplorare, fategli conoscere situazioni differenti.
  • CUCCIA CONFORTEVOLE, MEGLIO ANCHE più DI UNA, in casa mai vicino alla tv, la cuccia deve essere rilassante… mai disturbarlo quando è in cuccia, insegnatelo ai bimbi!
  • LA CUCCIA SE FUORI DEVE ESSERE BEN COIBENTATA SIA PER IL FREDDO SIA PER IL CALDO, RIPARATA SOTTO UNA TETTOIA.
  • MOLTEPLICI ATTIVITÀ DI MORSICATURA, almeno uno snack o gioco olfattivo al giorno (kong e problem solving) sono indispensabili per lo sviluppo cognitivo. Uso di ciotole di acciaio o di ceramica. Evitare ciotole di plastica.

Le giornate in giardino sono lunghe e se non gli proponete voi cosa fare con la bocca e la mente cercherà lui oggetti da rosicchiare, tipo scarpe e accessori in casa o legni e reti in giardino.

 

La pulizia fisica del cane, spazzolarlo e lavarlo sono attività da fare gradualmente perché non siano ricordate come esperienze negative.

L’animale è parte della famiglia e deve essere rispettato ed amato considerando le sue esigenze da cane!

 

COLLARI A STROZZO, NEGAZIONI E PUNIZIONI NON SONO METODI EFFICACI, ANZI DANNOSI!

I danni del collare a strangolo

I collari posizionati a strozzo sono stati usati sui cani per molti anni; sono così comuni che solo poche persone riflettono bene prima di usarli.

 

Potrebbero forse diventare meno comuni se la gente fosse consapevole del fatto che questi (oltre ad essere strumenti d’addestramento inefficaci) sono la causa di molti problemi fisici fra cui:

 

  • Lesioni ai vasi sanguigni dell’occhio
  • Danni a trachea ed esofago
  • Gravi traumatismi della colonna cervicale
  • Svenimenti
  • Paralisi temporanea delle zampe anteriori
  • Paralisi del nervo laringeo
  • Atassia degli arti posteriori

 

L’analisi dei danni causati dal collare a strozzo ha mostrato che alcuni cani presentavano una dislocazione vertebrale mentre altri avevano subito danni permanenti ai nervi. Ancora, una condizione chiamata sindrome di Horner, talvolta causata da traumatismi del collo, provoca disturbi agli occhi e paresi facciale.

 

I difensori del collare a strozzo spesso ne consigliano l’uso sui cani fin da giovane età. Al contrario proprio sugli animali giovani vi è un maggior rischio di lesioni gravi e permanenti.

 

Si dimostra pertanto che tale metodica si rivela non solo controindicata ai fini dell’educazione del cane, ma concretamente pericolosa.

 

Ci sono molti addestratori che possono mostrare metodi più efficaci e sicuri, metodi che non richiedono l’uso di forza o che non hanno il potenziale di causare dolore o danni fisici.